Capodanno di Andrea

Siamo arrivati all’ultimo giorno di questo 2018 e per questo Capodanno non voglio augurare niente a nessuno e non devo augurare niente a nessuno.

Voglio dire grazie all’universo per aver reso quest’anno, per me, un anno pieno di emozioni.
Ho fatto cose che non avrei mai creduto di poter fare, ho conosciuto un sacco di persone meravigliose che mi hanno riempito l’anima anche se molti di loro non lo sanno.
Ho incontrato anime pure piene di vita.
Ho incontrato persone difficili ma speciali a modo loro.
Ho sopportato (pochissime) persone con cui non vorrei condividere nemmeno l’aria.
Ho trovato il mio posto nel mondo.
Ho amato, ma non parlo dell’amore di cui tutti parlano, ho amato davvero, ho amato la vita.
Ho rischiato di morire ma qualcuno ha deciso che devo ancora fare qualcosa qui.
Ho visto persone morire davanti ai miei occhi e mi sono posto tante domande.
Non finirò con l’augurare un anno pieno di felicità, spensierato e sereno perchè non sarà la frase costruita di una persona qualunque a far si che ciò accada.
L’unica cosa che vorrei, oggi e sempre, è che nonostante le disgrazie, la tristezza, i malumori, le delusioni, le sofferenze, le violenze, le bugie sopportate, la falsità, le ingiustizie che ognuno di noi incontrerà e dovrà affrontare, troviate tutti la voglia di sorridere e illuminare la vita.
Andrea, 
31 dicembre 2018